Under 19 super partenza. Vittoria netta contro Siac Messina

La bellezza del talento, la bellezza del futsal a tinte rossazzurre. Esordio dell’Under 19 di coach Giuffrida con tanta attesa e voglia. I ragazzi etnei tornavano sul parquet del PalaNitta per l’esordio di questo anomalo campionato e girone a tre squadre. Fiducia iniziale per Manservigi tra i pali e roster completato da Cavallaro, Baio, Rinaudo e Tomarchio. Timida la Meta Catania Bricocity nelle prime battute, già in partita Messina con Manservigi attento e presente tra i pali sui tentativi dei peloritani partita meglio.

Dal quarto minuto l’inversione di tendenza, con la Meta Catania Bricocity che provava due volte con Rinaudo e con Tomarchio la via del gol. Gara dura e complicata la Meta Catania Bricocity però trovava calma e gesso e soprattutto cominciava a giocare: ottime le trame e soprattutto i gol di Rinaudo a sbloccare il match e di Luigi Musumeci che raddoppiava in maniera cinica e spietata.

Nella ripresa partenza lampo e proficua con la rete, ancora ben orchestrata, di Cavalli assist splendido di Baio. Gara in pugno per l’Under 19 della Meta Catania Bricocity e quando Messina tentava di rialzare la testa Manservigi perfetto chiudeva tutto. A sedici dalla fine il quarto sigillo etneo, ancora con un’ottima azione orchestrata da Luigi Musumeci e chiusa stavolta da Cavallaro 4-0. I ragazzi di Giuffrida non si fermavano e materializzavano un uno-due, spacca gambe per Messina, con Cavalli e Luigi Musumeci 6-0. Accademia finale con Luca Tomarchio ingordo: il capitano della Meta Catania Bricocity prima firmava un super gol poi portava il pallone a casa con il piattone facile del sette e otto a zero. Nel finale girandola di cambi per consegnare minutaggio importante a tutto il roster etneo e sorrisi per tutto lo staff dell’Under 19 con la rete di Grassi Bertazzi e rammarico invece per la carambola gol di Messina.

Vittoria netta 10-1 finale e soprattutto la grande fierezza di riprendere la strada del talento sempre percorsa dalla Meta Catania Bricocity.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

ALTRI ARTICOLI