La Meta Catania Bricocity paga troppi errori. Vince Napoli.

NON BASTA UN SUPER TORNATORE ENUN OTTIMO PRIMO TEMPO.

Derby del Sud che va alle ortiche figlio di errori decisivi che consegnano i tre punti a Napoli. Deve imprecare con se stessa la Meta Catania Bricocity dopo un primo tempo giocato in maniera sapiente ed attenta. SkyMatch da gustare e assaporare. Napoli granitico con 11 turni utili consecutivi, ma con una Meta Catania vogliosa di ritornare alla vittoria pesante per rilanciare la sua classifica. Ramiro partiva con un roster atipico con Tornatore tra i pali, Taliercio a guardia di bomber Fortino, Campoy, Vaporaki e Rossetti a completare il quintetto. Gara equilibrata nei primi cinque minuti di gioco, nessun sussulto e rossazzurri che cambiavano formula con Cruz pivot appoggiato da Musumeci e Alonso, quest’ultimo sfiorava il gol.
Tornatore esaltava i riflessi e blindava la porta con due super interventi, mentre a metà del primo tempo Campoy testava la reattività di Ganho. Gara equilibrata con la Meta Catania Bricocity pericolosa e aggressiva con Vaporaki ispirato ed Alonso elettrico. A sei dalla fine la giocata splendida di Musumeci per Vaporaki ma la sua magia sfiorava il palo. Nel finale Tornatore ancora protagonista su Peric e contropiede che grida vendetta per la Meta Catania non sfruttato. All’improvviso a tre dal termine la carambola perfetta che favoriva il tiro di Alonso per il vantaggio etneo.

Ad inizio ripresa Napoli aggressivo e primi quattro minuti di pressione, ma come al solito Tornatore era straordinario sulla conclusione di Arillo. Napoli che riusciva trovare il pareggio su una palla persa da Cruz e sulla ripartenza Hozjan pescava l’angolo giusto 1-1. Reazione Meta Catania con la bomba di Musumeci ma Ganho compiva un grande intervento. Gara in totale equilibrio otto minuti dalla fine ma con quattro falli pesanti per i rossazzurri. A sei dalla fine il quinto fallo che metteva sotto pressione gli etnei, che a cinque dalla fine sfiorava la rete del nuovo vantaggio con il tiro cross di Rossetti. A quattro dalla fine ancora un errore in uscita stavolta di Alonso con Arillo che grazie al rimbalzo batteva Tornatore 1-2. Ramiro provava subito l’uomo in più, portiere di movimento: occasione per Vaporaki nei primi sessanta secondi e poi muro Napoli a respingere gli attacchi. Errori anche nel tentativo di ripartenza a novanta secondi dalla fine con la rete di Fortino che chiudeva i giochi. Meta Catania Bricocity che perde e si lecca le ferite donate dai suoi stessi errori.

Di seguito il tabellino

META CATANIA BRICOCITY-NAPOLI FUTSAL 1-3 (1-0 p.t.)
META CATANIA BRICOCITY: Tornatore, Rossetti, Campoy, Vaporaki, Taliercio, Messina, Silvestri, Alonso, Galan, Cruz, Musumeci, Licandri, Manservigi, Dovara. All. Lopez

NAPOLI FUTSAL: Ganho, F. Perugino, Bruno Coelho, Arillo, Fortino, Grasso, Hozjan, De Simone, Peric, Amirante, A. Perugino, Dian Luka, Lo Conte, Capiretti. All. Basile

MARCATORI: 17′ p.t. Alonso (M), 5’34” s.t. Hozjan (N), 15’11” Arillo (N), 18’33” Fortino (N)

AMMONITI: Galan (M), Taliercio (M), Dovara (M), Grasso (N)

ARBITRI: Michele Ronca (Rovigo), Davide De Ninno (Varese), Carmine Genoni (Busto Arsizio) CRONO: Elena Lunardi (Padova)

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

ALTRI ARTICOLI