Coppa Divisione: Meta Catania Bricocity grande prova di carattere e rimonta. Applausi per la Futura.

Partiamo dai complimenti per la formazione della Futura che ha giocato una super gara, mettendo in campo tutto e vendendo cara la pelle alla Meta Catania Bricocity. Alla fine però il pass per il secondo turno della Coppa Divisione è della formazione rossazzurra che nella ripresa è riuscita a rimontare e vincere il match nonostante un clamoroso doppio svantaggio. Personalità e calma da grande squadra ingredienti fondamentale che hanno permesso a Musumeci e compagni di staccare vittoria e passaggio del turno nonostante il clima rovente sul parquet calabrese.

Primo tempo come dicevamo a tutta Futura con i padroni di casa che non mollavano il centimetro, pressavano a tutto campo consegnando difficoltà al team rossazzurro. Meta Catania Bricocity che ha provato ad impensierire la porta dei padroni di casa ma di occasioni clamorose poche e gara vissuta sull’agonismo esasperato della Futura unico modo per limitare il gap qualitativo rispetto a Musumeci e compagni. Gara che si trasformava in salita per i ragazzi di Tarantino, con Andrea Labate che sul finire del primo tempo riusciva a pescare il jolly battendo Dovara e legittimando una super prestazione per la formazione calabrese di Serie A2.

Nella ripresa clima caldo sugli spalti e ritmo sempre frenetico. Nervosismo puro nei primi tre minuti di gioco con Pulvirenti che subiva reazioni scomposte da parte dei giocatori della Futura, ma padroni di casa che creavano l’ambiente perfetto consegnando pressione e raddoppio con Morgade che mandava in visibilio il pubblico presente. La reazione della Meta Catania, al sesto minuto,  prima sul piede di Carmelo Musumeci che coglieva un palo clamoroso e un minuto più tardi con l’azione personale di Nelson Lutin che sfiorava il palo. Tarantino scuoteva i suoi e ancora Nelson Lutin impegnava il portiere di casa, stesso discorso per Vaporaki che sfortunatamente non trovava la porta. All’improvviso a undici dal termine la doppia sberla della Meta Catania Bricocity: prima la super giocata del francese Nelson Lutin che gonfiava la rete, poi cinque secondi più tardi l’errore in appoggio della Futura con Musumeci che intercettava e assestava il piattone del 2-2. Due minuti più tardi era Alonso a sprecare il contropiede del vantaggio, stesso discorso per la Futura che a testa sotto ritornava su impegnando Dovara in una doppia parata decisiva. Al 14′ super numero di Musumeci ma il portiere della Futura si superava, stesso discorso per Dovara che smanacciava sopra la traversa l’ennesima reazione della Futura. A due dal termine il colpo della qualificazione dei rossazzurri: perfetta la giocata e decisivo il gol di Bocao che toglieva le castagne dal fuoco e consegnava il pass per il passaggio del turno alla Meta Catania Bricocity. La Futura chiudeva con tanto orgoglio con un minuto con il power play che però sbatteva sul muro difensivo eretto dal team di Tarantino.

Finiva cosi, con grandissimi applausi per i padroni di casa della Futura e qualificazione in tasca per la Meta Catania Bricocity che adesso affronterà la vincente tra Cosenza e Colmar Reggio Calabria. Intanto venerdì al PalaCatania sarà ancora spettacolo futsal con Pistoia prossimo avversario del cammino in Serie A dei rossazzurri.

 

 

 

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

ALTRI ARTICOLI